9 Giu

5 Festival di “Ri-Scossa”

Un lungo sciame sismico di mesi, che non si è arrestato neanche sotto la neve copiosa conseguenza di giorni di Blackout e ulteriori disagi, è una cosa che se non si vive non si può comprendere e non si riesce a descrivere compiutamente.

Le organizzazioni intermedie hanno l’obbligo di organizzare la reazione necessaria per ricostruire le prospettive di un nuovo vivere sociale.

Conosciamo un solo modo per coniugare il nostro contributo non fermare le nostre attività e tramite queste veicolare le nostre proposte.

Un anno fa è nata la “Rete dei Festival Indipendenti Teramani” ed oggi questo strumento associativo ed organizzativo dell’Arci vogliamo che diventi una “Ri-Scossa” di un territorio e di una comunità colpita a distanza di mesi da una indifferenza e da una burocrazia cieca.

In molte parti della provincia ci sono ancora oggi cittadini sgomberati che attendono tempi e risposte certe per rientrare nelle proprie abitazioni diversi comuni montani, con le zone rosse diventate centri storici, sono lo spettro di se stessi il crollo istituzionale trasversale mostra ferite profonde.

Per questo i nostri festival estivi saranno un veicolo di comunicazione e di condivisione per ribadire come le nostre città sono “Territori di Cultura Resistente” dove i nostri circoli, le nostre associazioni e le nostre manifestazioni sono dei presidi fondamentali di partecipazione e di democrazia.

per dimostrare che anche nella provincia dimenticata le associazioni sono più vive che mai e restano un’opportunità di sviluppo.

Associazioni fondate sul volontariato, piccoli sponsor e l’autotassazione, spesso ignorate dal finanziamento pubblico che, invece ingrassa ben altri lidi, per cui oggi, riprendendo in chiave moderna l’antica attività dell’autofinanziamento che rappresenta anche garanzia di indipendenza, lanciamo la campagna di crowdfunding “5 Festival di Ri-Scossa” sulla piattaforma Produzioni Dal Basso perchè crediamo che non sia possibile né giusto abbandonare la partita che si gioca sulla nostra pelle e sul nostro territorio.

Da ognuno secondo le proprie possibilità, a ognuno secondo i propri bisogni” per cui si può contribuire da sostenitore semplice fino a diventare Partner di Rete, tutte le info sono sul sito https://www.produzionidalbasso.com/project/5-festival-di-ri-scossa/.

Cinque appuntamenti, che formano un cartellone estivo alternativo, distribuiti in tutto il territorio provinciale invitano a conoscere, visitare e sostenere di persona chi non si arrende all’idea di dover emigrare.

Cinque appuntamenti che tramite questa campagna di raccolta fondi chiedono uno contributo di adesione e di partecipazione articolando una nuova coscienza collettiva.

Cinque appuntamenti di chi vuole provocare lo sciame giusto perchè ha smesso di tremare dinanzi alla precarietà e all’incertezza ed oggi articola la propria “Ri-Scossa”.

“il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne tutti insieme è la politica. Sortirne da soli è l’avarizia.”